Carta dei principi


Entra nella Rete!


Finalità e funzionamento

1) AUTOREGOLAMENTAZIONE

La Rete è un bene libero e gratuito. Appartiene alla collettività degli individui che la genera e che se ne prende cura, autoregolamentandosi nel rispetto dei principi e delle finalità esposti in questa Carta. Chiunque può decidere di farne parte come libero cittadino o come comunità di pratica.

2) TEMPO LIBERO

Compongono la Rete tutte quelle persone che sviluppano stili di vita, comportamenti, iniziative, progetti che migliorano la comunità, i luoghi e la propria esistenza, in risposta ad una passione personale, bisogno o desiderio. Nel proprio tempo libero o liberando parte del proprio tempo. Il tempo è la risorsa più importante della Rete, e non è compensabile in denaro.

3) GENERAZIONI FUTURE, GIOVANI E BAMBINI

Gli stili di vita, i comportamenti, le iniziative e i progetti della Rete danno priorità al diritto dei bambini, dei giovani e delle generazioni future di vivere in un pianeta migliore di come lo abbiamo trovato.

4) INFORMALITÀ

L’informalità e la semplicità sono caratteristiche strutturali da difendere e promuovere, per l’effettiva realizzabilità e continuità delle azioni volontarie. La Rete non ha una personalità giuridica.

5) DIVERSITA’

La rete tutela e valorizza le diversità e le minoranze. La Rete affronta i conflitti sul terreno comune della discussione fra pari per tentare di ricomporli in una visione condivisa. La Rete è aperta a tutti, è apartitica e aconfessionale, si ispira ai principi della nonviolenza e non
ammette discriminazioni di razza e di genere.

6) CONVIVIALITÀ

La costruzione di rapporti di fiducia e relazioni significative permettono alla Rete di esistere, crescere e svilupparsi, e generano occasioni spontanee di socievolezza, convivialità e divertimento tra le persone.

7) MUTUO AIUTO

Finalità della Rete è il potenziamento dei cittadini e dei gruppi che in essa si riconoscono, attraverso la costruzione di reti cooperative e lo scambio libero e gratuito di idee, conoscenze, saperi, relazioni e contatti. Nessuno può strumentalizzare la Rete per un tornaconto personale. Il mutuo aiuto è il più potente strumento per la costruzione di autonomia, convivenza e innovazione sociale.

8) DIRITTO DI PARTECIPAZIONE

Ogni persona ha il diritto di partecipare ai processi decisionali che hanno ripercussioni dirette e indirette sulla propria esistenza. A maggior ragione se abitante di un luogo o portatore di saperi specifici legati alla propria esperienza di vita. La Rete si impegna nel costruire ponti con le istituzioni per lo sviluppo della democrazia partecipativa.

9) ORIZZONTALITÀ

La Rete adotta processi decisionali inclusivi basati sulla condivisione delle responsabilità e la costruzione di soluzioni creative attraverso il confronto dialogico e l’ascolto empatico.
Privilegia il metodo del consenso a quello della decisione per maggioranza. Non riconosce gerarchie e deleghe. Chi vuole può entrare nel nucleo operativo che ne cura l’alimentazione ed è garante del rispetto dei principi. Il nucleo operativo si rinnova nel tempo su autocandidature negli incontri collettivi per il raggiungimento di obiettivi specifici condivisi.

Pubblicità